Ristrutturazioni: comunicazione obbligatoria all'Enea da settembre

Enea Comunicazione obbligatoria

La comunicazione all'Enea sui lavori ordinari di ristrutturazione, pensata per misurare l'impatto energetico degli interventi effettuati in casa, inizia a prendere spazio sul calendario. Lo spiegano dalla Task force Enea per le detrazioni fiscali: il nuovo adempimento, che fino a qualche giorno fa sembrava uscito dai radar, è pronto a decollare subito dopo l'estate.

Credito d'imposta per la pubblicità

Credito d'imposta pubblicità

Credito d'imposta del 75%, che potrà diventare del 90% per microimprese e Pmi, a chi aumenta gli investimenti pubblicitari su stampa quotidiana e periodica (anche online) ed emittenti radio e tv. Lo dispone il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri datato 16 maggio e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 luglio. Il provvedimento fissa "modalità e criteri di attuazione dell'incentivo introdotto dall'articolo 57-bis del decreto legge n. 50 del 2017": un incentivo utilizzabile dalle imprese, dai lavoratori autonomi e dagli enti non commerciali, indipendentemente dalla natura giuridica.

Abolito split payment per i professionisti

Spit payment

Il c.d. “Decreto Dignità” (D.L. n. 87 del 12.07.2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 13.07.2018 ed entrato in vigore dal 14.07.2018) è intervenuto, oltre che con novità sul lavoro, anche con alcune importanti semplificazioni fiscali. Una di queste è contenuta nell’art. 12 del Decreto medesimo e riguarda l’abolizione dello split payment per i professionisti che effettuano prestazioni di servizi nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Il ritardo di una rata è scusabile

Commissione tributaria

La settima sezione della Commissione tributaria regionale della Lombardia nella sentenza n. 2925/2018 depositata in segreteria il 26 giugno scorso ha stabilito che il breve ritardo del pagamento di una rata da adesione, acquiescenza, mediazione o conciliazione giudiziale non comporta il disconoscimento dell'intera dilazione.

Istruzioni per le agevolazioni autotrasportatori 2018

Sono stati quantificati dal dipartimento delle Finanze gli importi dei benefici fiscali riconosciuti agli autotrasportatori per l'anno 2018. La deduzione forfetaria ammonta a 38,00 euro per ogni trasporto effettuato dall'imprenditore oltre il territorio comunale, mentre resta invariata la percentuale del 35% per quelli interni. Con un comunicato stampa, l'Agenzia delle entrate chiarisce, come e dove queste somme debbano essere indicate nella dichiarazione dei redditi 2018. Confermata anche la stessa misura dell'anno precedente per il bonus, fino a 300 euro per ciascun veicolo, per il recupero del contributo al Ssn.