Cartelle Agenzia Riscossione un italiano su 2 ha debiti inferiori a mille euro

Chiudere le cartelle sotto i 100mila euro può essere, numeri alla mano, davvero un’operazione di sanatoria generalizzata. Il messaggio lanciato dal vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, al 224° anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza («Chiudere sa subito tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro, per liberare milioni di italiani incolpevoli ostaggi e farli tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse») va valutato attentamente. Perché se da un lato coglie sicuramente nel segno, dall’altro c’è da fare i conti con una serie di difficoltà.