DESTINAZIONE GIOVANI - Bonus alle imprese per l'assunzione di giovani diplomati e laureati

1. Gli incentivi sono concessi per l’assunzione a tempo indeterminato anche parziale dei giovani destinatari, in possesso alla data della presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:
a) avere una età compresa tra i 18 e i 34 anni di età;
b) essere residente in un comune della regione Basilicata;
c) essere in stato di disoccupazione, ai sensi dell’art. 19 del d.lgs. n.150/2015;
d) essere in possesso del diploma di qualifica professionale triennale, o del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o del diploma di laurea (anche triennale) e/o con dottorato di ricerca.
Il requisito del possesso del diploma di laurea è previsto nel caso di assunzioni incentivate con inquadramento in un livello/categoria contrattuale corrispondente a mansioni di elevata complessità che richiedono la qualificazione universitaria, secondo quanto stabilito dal CCNL sottoscritto dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello nazionale.
Possono beneficiare degli incentivi previsti tutte le imprese/datori di lavoro, con almeno una sede operativa nella regione Basilicata che, nel periodo indicato al successivo articolo 8 dell'Avviso - Termini e modalità di presentazione delle domande, assumono a tempo indeterminato i destinatari di cui al precedente articolo 3 che, a pena di inammissibilità, alla data di presentazione della domanda, risultano:

a) iscritte nel registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente con stato attivo, se tenute a tale adempimento;

b) in regola con la normativa del regime di aiuti di stato prescelto;

c) in regola con l’applicazione del CCNL sottoscritto dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello nazionale;

d) in regola con gli adempimenti contributivi INPS e INAIL e con le contribuzioni agli Enti paritetici, ove espressamente previsto dai CCNL sottoscritto dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello nazionale;

e) in regola con la normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori;

f) in regola con le assunzioni previste dalla legge n.68/1999 sul collocamento mirato;

g) trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di scioglimento o liquidazione o sottoposte a procedure di fallimento o di concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa o volontaria e amministrazione controllata o straordinaria né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;

h) non avere procedure di licenziamento collettivo nei dodici mesi precedenti la data dell’assunzione incentivata, ai sensi degli artt. 4 e 24 della legge n.223/1991;

i) non avere in atto sospensioni dal lavoro per crisi o riorganizzazione aziendale, salvo il caso di assunzione di lavoratori inquadrati ad un livello diverso da quello posseduto dai lavoratori sospesi o da impiegare in diverse unità produttive.

j) il datore di lavoro o il legale rappresentante, inoltre, non devono:

i. essere incorsi nella violazione delle disposizioni penali e amministrative, ai sensi dell’art. 9 del Decreto Ministeriale 24 ottobre 2007 in materia di tutela delle condizioni di lavoro indicate nel suo allegato A, accertate con provvedimenti amministrativi o giurisdizionali definitivi;

ii. trovarsi in una delle condizioni di esclusione previste dall’articolo 80, commi da 1 a 4 del d.lgs. n. 50/2016.

L’incentivo è quantificato con riferimento ai costi sostenuti dal datore di lavoro in relazione alla retribuzione lorda, nella misura corrispondente alla percentuale contributiva a carico dell’impresa applicata dall’INPS in relazione al CCNL, alla qualifica e al livello del lavoratore, durante un periodo massimo di 24 mesi successivi all’assunzione.

I costi ammissibili comprendono:
a) retribuzione lorda, prima delle imposte;
b) contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali;
c) contributi assistenziali per figli e familiari.
 
Tipologia dei contratti incentivati e misura del bonus occupazionale
1. Il bonus occupazionale finanzia le assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato anche parziale, purché non inferiore al 50% dell’orario normale di lavoro stabilito dal CCNL sottoscritto dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative a livello nazionale, disposte in una sede/unità operativa dell’impresa/datore di lavoro localizzata in regione Basilicata nel periodo indicato nel successivo articolo 8 - Termini e modalità di presentazione delle domande.
 
Importo del bonus
  1. Il bonus occupazionale è riconosciuto per un importo massimo annuo pari ad € 8.000,00 per due annualità, per ogni assunzione a tempo pieno e indeterminato di giovani in possesso di qualifica professionale triennale o diploma di scuola secondaria di secondo grado. Il bonus è elevato fino ad un massimo di € 10.000,00 all’anno per due annualità, nel caso di assunzione di giovani donne in possesso di qualifica professionale triennale o diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  2. Il bonus occupazionale è riconosciuto per un importo massimo annuo di € 10.000,00 per due annualità, per ogni assunzione a tempo pieno e indeterminato di giovani laureati con inquadramento in un livello contrattuale corrispondente a mansioni di elevata complessità che richiedono la qualificazione universitaria, ai sensi del pertinente CCNL sottoscritto dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative. Il bonus è elevato fino ad un massimo di € 12.000,00 all’anno per due annualità, nel caso di assunzione di giovani donne laureate;
  3. Il bonus occupazionale è riconosciuto per un importo massimo annuo di € 12.000,00 per due annualità, per ogni assunzione a tempo pieno e indeterminato di giovani laureati che hanno conseguito un dottorato di ricerca con inquadramento in un livello contrattuale corrispondente a mansioni di elevata complessità che richiedono la qualificazione universitaria, ai sensi del pertinente CCNL sottoscritto dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative;
  4. In caso di assunzioni a tempo indeterminato parziale entro il limite minimo del 50% dell’orario a tempo pieno previsto dal pertinente CCNL sottoscritto dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, il bonus è riparametrato in riduzione sulla base delle ore stabilite nel contratto. In caso di successiva trasformazione del contratto incentivato da tempo parziale a tempo pieno, il bonus non può essere riparametrato in aumento;
  5. In caso di assunzioni incentivate a tempo indeterminato pieno, non è ammessa la trasformazione dell’assunzione da tempo pieno a tempo parziale prima dei 24 mesi dall’assunzione;
  6. L’ importo del bonus non può superare il costo salariale lordo annuo dell’assunzione incentivata, ai sensi del Regolamento (UE) n.1407/2013 «de minimis» o, nel caso trovi applicazione il Regolamento (UE) n.651/2014 «di esenzione», non può superare il 50% del suddetto costo salariale oppure il 75% dello stesso se l’assunzione incentivata riguarda un giovane disoccupato con disabilità e, comunque, entro i limimiti di cumulo di cui al precedente art. 5, paragrafo 5.3.
 
Il Sistema regionale informativo “Centrale Bandi” è attivo dalle ore 09.00 del decimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso nel Bollettino Ufficiale della regione Basilicata, fino a concorrenza delle risorse disponibili e comunque non oltre le ore 18.00 del 31 dicembre 2018
 

Per presentare la domanda e per approfondimenti ecco il link

Condividi:

Cerca indirizzo PEC

Cerca PEC di aziende e professionisti

Area riservata Paghe

Accedi all'area riservata dei documenti

Registro Nazionale degli Aiuti di Stato

Trasparenza degli Aiuti Individuali
Torna all'inizio