Lotterie degli scontrini e corrispettivi elettronici

Scontrini

Con il D.L. 124 del 26 ottobre 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 252 del 26 ottobre 2019, sono state fornite utili indicazioni a favore dei soggetti che sono obbligati a partire dall'1/01/2020 alla gestione dei corrispettivi elettronici e che, per tutto il primo semestre 2020, possono giovarsi della facoltà concessa dal D.L. 34/2019 di continuare a certificare i corrispettivi secondo le pregresse modalità, salvo provvedere alla trasmissione telematica dei dati entro la fine del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione.
 
La lotteria dei corrispettivi prevista con la Legge 11 dicembre 2016 n. 232 (Manovra 2017), rimasta inattuata, ripresa dal D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 (Decreto Fiscale collegato alla Manovra 2019), che ne ha previsto l'introduzione effettiva a partire dall'1/01/2020
Il funzionamento consiste nell'estrazione a sorte dei premi in denaro. Ad ulteriore stimolo per l'utilizzo della moneta elettronica, inoltre, i documenti commerciali pagati con tale modalità avranno maggiori probabilità di vincita. L'articolo 19 del D.L. 124/2019 dispone, infatti, l'effettuazione di estrazioni aggiuntive, riservate ai documenti commerciali pagati con POS e carta di credito.
 
La partecipazione alla lotteria dei corrispettivi non è obbligatoria. Infatti sarà il consumatore che, all'atto dell'emissione del documento commerciale da parte dell’'esercente, deve farsi parte attiva dichiarando di voler partecipare alla lotteria. La dichiarazione consiste nella comunicazione del proprio "codice lotteria".
Se per quanto riguarda il consumatore si tratta, di una facoltà, da parte dell'esercente, invece, si tratta di un obbligo. Infatti, sono previste specifiche sanzioni nel caso in cui l'esercente rifiuti di inserire il codice lotteria del proprio cliente nel documento commerciale, laddove il cliente faccia richiesta in tal senso. A carico dell'esercente, inoltre, è posto l'ulteriore onere di trasmettere i dati dei documenti commerciali partecipanti alla lotteria.
 
Sanzione per l'esercente che rifiuta
Il D.L. 124/2019 prevede che laddove intervenga il rifiuto di inserire il codice lotteria del consumatore, così come nel caso in cui i dati relativi al documento commerciale partecipante non vengano trasmessi, si applica una sanzione amministrativa da euro 100 a euro 500.
 
Condividi:

Cerca indirizzo PEC

Cerca PEC di aziende e professionisti

Area riservata Paghe

Accedi all'area riservata dei documenti

Registro Nazionale degli Aiuti di Stato

Trasparenza degli Aiuti Individuali
Torna all'inizio